Arianna Chieli

BLOG

Il virus intestinale ci ha fulminati tutti: Leonardo, l’untore, ha traghettato il virus in Umbria, producendosi in scene degne di Poltergheist, con liquidi che fuoriuscivano da ogni orifizio (evviva evviva). Poi è toccato a mia madre, a me, a mio padre e a mio fratello. Unico scampato alla peste: Simone (anticorpi coi controcoglioni). Quindi il mio digiuno prosegue da 4 giorni, il chè in previsione del natale in Umbria non è del tutto malvagio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *